C Gold: Castelfranco è beffata sulla sirena, ma che orgoglio contro Jesolo!

 

Mamma Emma Castelfranco – Secis Costruzioni Jesolo  69-71

AP CASTELFRANCO: Crespan 2 (1/2), Stradiotto (0/1 da tre), Tasca 23 (2/2, 6/8), Cappelletto 3 (0/1, 1/3), Barban ne, Groppi ne, Dankwa (0/2), Fantinato 19 (3/8, 2/7), Marini 6 (3/7, 0/2), Simeoni (0/1, 0/1), Bordignon 16 (6/13, 0/5). All. Corazza.

BASKET CLUB JESOLO: Mbaye 6 (3/7, 0/1), Zatta 11 (1/4, 3/5), M. Maestrello 6 (2/6, 0/1), Cia 1, Ambrosin 21 (8/8, 1/4), De Lazzari 6 (3/7, 0/2), N. Maestrello 8 (4/5, 0/2), Di Marzo, Ruffo (0/1, 0/1), Delle Monache 12 (6/12, 0/2), Bassetto ne, Tuis. All. Guerra.

ARBITRI: Langaro di Arzignano (VI) e Biondi di Trento.

PARZIALI: 21-21, 38-42, 50-57.

NOTE: Uscito per 5 falli: Tasca (40′). Tiri da due: Castelfranco 15/36, Jesolo 27/50. Tiri da tre: Castelfranco 9/27, Jesolo 4/18. Tiri liberi: Castelfranco 12/18, Jesolo 5/7.

 

Di fronte a un’avversaria tosta come Jesolo, capolista imbattuta, il Mamma Emma Castelfranco vende cara la pelle e arriva a un passo dall’impresa. La prima vittoria è ancora rimandata ma, in attesa che la sorte inizi a girare per il verso giusto, la squadra di coach Corazza ha dimostrato una volta di più di essere pronta a giocare alla pari con tutti.

Sin dall’avvio l’incontro è molto equilibrato, le due squadre si inseguono a vicenda e alla prima pausa il punteggio è in perfetta parità: 21-21. Con Fantinato e Tasca i rossoblù provano a tenere la testa avanti nel secondo periodo, ma dall’altra parte risponde un quasi perfetto Ambrosin (15 punti a metà gara), e all’intervallo lungo il tabellone dice 38-42.

Tasca sembra infallibile e infila la sua quinta tripla su sei tentativi per il 44-44 (22′), ma a quel punto Jesolo trova un parziale di 13-0 che sembra indirizzare la partita (44-57). Invece è ancora lunghissima, Castelfranco va all’ultima pausa con un controbreak di 6-0 chiuso dalla bomba di Cappelletto.

Il finale è tutto da raccontare. I padroni di casa non si vogliono arrendere: il coast to coast di Marini vale il 58-63 a 3′ dalla fine, poi Bordignon fa -3 con un’invenzione allo scadere dei 24″ e infine la sesta tripla di Tasca vale il 63-65, quando manca poco più di un minuto. Si arriva a 13″ dalla fine ancora sul -2 (67-69), Castelfranco deve mandare in lunetta gli avversari ma ha un solo fallo a carico, e metà del tempo scappa via per raggiungere il bonus. Nel frattempo c’è un tecnico per proteste alla panchina ospite, e così dopo i viaggi in lunetta si arriva sul 68-71 con 6″ da giocare. Dopo il timeout, Bordignon non trova lo spazio per la tripla e subisce fallo a 1″ dalla sirena: segna il primo, sbaglia di proposito il secondo e c’è il tentativo di tap-in di Crespan, ma la palla beffarda non vuole entrare, finisce 69-71.

Leave a Reply