C Gold: domenica amara per Castelfranco, al Palavenale vince Padova

 

Mamma Emma Castelfranco – Guerriero Padova 66-84

AP CASTELFRANCO: Crespan 5 (2/4), Stradiotto, Tasca 12 (2/3, 2/7), Barban, Binotto ne, Groppi 5 (1/1, 0/4), Dankwa 11 (5/8), Fantinato 16 (1/6, 4/4), Marini 11 (3/7, 0/1), Talli ne, Simeoni (0/1 da tre), Bordignon 6 (1/7, 1/3). All. Corazza.

UNIONE BASKET PADOVA: Sabbadin 15 (4/7, 1/4), Panaccione, De Lucchi ne, Mabilia (0/3, 0/1), Ciaramella 4 (2/5, 0/2), Basso 19 (5/10, 3/6), Coppo 2 (1/2, 0/2), Bozhenski 16 (5/8, 1/2), Andreoni 2 (0/1, 0/1), Domingo 22 (4/10, 1/1), Frasson, Fiorentino 4 (2/2). All. Imbimbo.

ARBITRI: Fior di Noale (VE) e Bortolotto di Castello di Godego (TV).

PARZIALI: 18-26, 35-45, 50-66.

NOTE: Usciti per 5 falli: Dankwa (33′), Ciaramella (37′). Fallo antisportivo: Basso (24′). Fallo tecnico: Groppi (26′), Dankwa (33′). Tiri da due: Castelfranco 15/36, Padova 23/48. Tiri da tre: Castelfranco 7/20, Padova 6/19. Tiri liberi: Castelfranco 15/21, Padova 20/20. Rimbalzi: Castelfranco 25, Padova 41.

È ancora rimandato l’appuntamento con la prima vittoria per il Mamma Emma. Padova infatti passa al Palavenale al termine di una gara quasi sempre condotta, nella quale i padroni di casa hanno provato a recuperare ma senza successo.

Ancora priva di Binotto, in panchina solo per onor di firma, Castelfranco parte con Dankwa in quintetto, ed è proprio lui a firmare i primi 3 punti rossoblù (3-2 dopo 2′). Rimarrà però l’unico vantaggio dell’incontro, infatti il Guerriero risponde subito e sfruttando la transizione sale sul 4-11 al 5′. Un efficace Basso porta anche lo scarto in doppia cifra sul 7-18, prima che un timeout di coach Corazza rigeneri i castellani, bravi a infilare un 8-0 in poco più di un minuto. Dall’altra parte però Basso va a segno da tutte le posizioni (13 punti con 3 bombe nel solo quarto inaugurale), e fissa il primo parziale sul 18-26.

Marini gestisce al meglio due azioni di contropiede per il 22-28, in avvio di un secondo periodo in cui le due squadre si rispondono colpo su colpo. Padova domina a rimbalzo (41-25 alla fine) ed è brava a mantenere un vantaggio costante fra gli 8 e i 10 punti per tutta la seconda frazione, anche grazie ai 9 punti di Sabbadin.

Andata all’intervallo sotto di 10, Castelfranco prova ad alzare i ritmi nel terzo quarto: Crespan e Fantinato riducono lo svantaggio a sole 5 lunghezze (46-51 al 25′), ma è in arrivo un controbreak di 11-0 marchiato a fuoco da Bozhenski e Domingo. Gli ospiti devono richiamare in panchina Basso con quattro falli, ma intanto sono volati via sul +18 (48-66). Ormai il gap è troppo ampio per recuperare, nel quarto periodo la squadra di Imbimbo non si fa sorprendere e va a chiudere sul 66-84.

Leave a Reply