Under 18 Elite: che carattere!

 

Junior Basket Riviera – Pasta Zara Castelfranco 69-83

Dopo il giro di boa a quota tre vittorie e quattro sconfitte, si ricomincia da Riviera: una squadra ostica ancor di più in trasferta, fatta di difesa fisica e rapido gioco offensivo, che all’andata ci ha messo seriamente difficoltà. Molto più di quanto non dica il -6 finale, non eravamo mai stati in partita travolti dalle capacità avversarie.

La partita per quattro minuti rimane in equilibrio, poi si ripete il tipo di gara dell’andata e andiamo in difficoltà nel tenere l’uno contro uno, tanto da andare al primo intervallo sul 24-17 per i veneziani. Ci affidiamo allora alla zona 2-3 e riusciamo a limitare gli avversari, mentre in attacco troviamo anche la soluzione dall’arco che ci permette arrivare al -1 al 19′. Time out interno per preparare gli ultimi possessi del quarto: coach Morandin rientra a 3-2 e prendiamo la tripla allo scadere su una rotazione sbagliata, ma Silvestrin trova subito la tripla di risposta e la successiva difesa intercetta il pallone e produce il canestro del sorpasso con capitan Scappin.

L’inaspettato +1 del riposo non toglie i dubbi sulle troppe palle perse, e in spogliatoio si raccolgono le idee. Rientriamo e contrariamente a ciò che hanno detto i primi due quarti decidiamo di affidarci alla difesa a uomo, un azzardo che paga perché i castellani tirano fuori le unghie e Pierobon domina sotto le plance, non concedendo secondi tiri. Aspetti positivi in difesa producono serenità in attacco, e dalla lunga distanza il canestro si allarga sempre più: costruiamo così un minimo vantaggio e chiudiamo la terza frazione sul 52-58.

Inizia l’ultimo quarto e un calo di concentrazione ci porta al 65-65, vediamo le streghe ma reagiamo ancora: trascinati da un Marino in vena “manna dal cielo” annichiliamo gli avversari, i quali subiscono un perentorio 18-4 che chiude la partita e ci permette di ribaltare anche l’eventuale differenza canestri.

Adesso dovremo essere bravi a continuare su questa strada senza ricadere di intensità come già successo.

Leave a Reply