C Gold: Un buon primo tempo non basta, Castelfranco cade a Codroipo

 

Bluenergy Codroipese – Mamma Emma Castelfranco 93-63

ADP CODROIPESE: Dell’Angela 3 (0/1, 1/1), Nata 11 (5/8), Girardo 15 (7/9, 0/1), Moretti 7 (2/3, 1/4), Sant 15 (4/5, 2/3), Nobile 14 (1/3, 2/4), Trevisan ne, Venaruzzo 3 (0/1, 1/1), Macaro 9 (3/5, 1/3), Infanti 8 (4/8), Maghet 8 (3/4, 0/3), Mozzi (0/3). All. Portelli.

AP CASTELFRANCO: D’Onofrio 5 (1/4, 1/2), Marino 2 (1/2), Crespan 10 (5/7), Tasca 7 (1/8, 1/5), Cappelletto 13 (3/5, 1/2), Barban, Groppi 11 (4/8, 0/2), Marini ne, Talli (0/1), Bordignon 15 (4/10, 1/2). All. Corazza.

ARBITRI: Occhiuzzi di Trieste e De Rico di Venezia.

PARZIALI: 22-22, 46-39, 69-47.

NOTE: Nessuno uscito per 5 falli. Tiri da due: Codroipese 29/50, Castelfranco 19/45. Tiri da tre: Codroipese 8/20, Castelfranco 4/13. Tiri liberi: Codroipese 11/16, Castelfranco 13/16. Rimbalzi: Codroipese 38, Castelfranco 29.

 

Sull’ostico parquet di Codroipo, dove appena una settimana fa anche una squadra quotata come Caorle si era dovuta arrendere a una netta sconfitta, il Mamma Emma Castelfranco cade nella ripresa dopo un buon primo tempo. Sulla prova dei castellani hanno pesato ancora una volta le tante assenze, tra cui quella di Fabio Binotto, che per problemi fisici ha purtroppo terminato anzitempo la propria stagione.

In quintetto per la prima volta quest’anno c’è dunque il classe ’98 Pietro Cappelletto, tra i protagonisti della buona partenza dei rossoblù. Gli ospiti infatti salgono sul 7-10 con Crespan dopo 5′, e a parte alcuni brevi passaggi conducono per quasi tutto il primo quarto, fino al gioco da tre punti di Sant che permette alla Bluenergy di pareggiare a pochi secondi dalla sirena (22-22).

Nella seconda frazione sono i padroni di casa a partire forte (31-24 al 12′), ma con l’apporto dalla panchina di D’Onofrio e Marino il Mamma Emma tiene botta. È Groppi a riportare per due volte i suoi a -4, e poi Bordignon trova anche il -2. Negli ultimi 30″ del primo tempo, però, un 5-0 firmato da Nata consente ai padroni di casa di andare al riposo lungo sul +7.

A imporre la svolta decisiva al match è il terzo periodo: Girardo e compagni sfruttano al massimo le tante palle perse di Castelfranco, e con un break di 14-0 salgono addirittura sul +20 (64-44 al 28′). Viste anche le rotazioni limitate, gli ospiti non riescono più a rientrare e devono alzare bandiera bianca. Nel quarto periodo Codroipo vola via, fino a chiudere sul 93-63.