Niente da fare per il Mamma Emma, Jadran passa al Palavenale

Mamma Emma Castelfranco – U.S. Jadran 64-79

AP CASTELFRANCO: Sorgente 9 (3/4, 0/2), Marino ne, Crespan 7 (2/8), Stradiotto 6 (1/1, 1/1), Tasca 12 (1/7, 3/12), Perocco ne, Cappelletto 9 (2/3 da tre), Groppi 14 (1/3, 3/5), D’Onofrio 5 (1/5, 1/2), Marini 2 (1/3, 0/1), Talli ne. All. Corazza.
JADRAN TRIESTE: M. Batich 14 (5/7, 1/8), P. Zettin, Zidaric 14 (4/7, 2/3), Ban 15 (4/6, 2/6), Ridolfi 11 (4/6, 1/3), Cettolo 8 (2/2, 1/2), De Petris 7 (3/10), Daneu 5 (1/1, 1/1), Rajcic 2 (1/3, 0/2), D. Batich 3 (1/5 da tre), D. Zettin ne. All. Oberdan.
ARBITRI: Castello di Verona e Crivellaro di Breganze (VI).
PARZIALI: 18-18, 28-40, 46-55.
NOTE: Usciti per 5 falli: Tasca, D. Batich, Zidaric. Tiri da due: Castelfranco 10/31, Jadran 24/42. Tiri da tre: Castelfranco 10/26, Jadran 9/30. Tiri liberi: Castelfranco 14/26, Jadran 4/11. Rimbalzi: Castelfranco 38, Jadran 43.

Il Mamma Emma Castelfranco cade in casa con Trieste, penalizzato ancora una volta dalle assenze: a quella dell’infortunato Bordignon infatti si era aggiunta domenica mattina quella di Cimador a causa della febbre alta.

In avvio la gara è equilibrata: per tutto il primo quarto non c’è mai un vantaggio superiore al singolo possesso, e i castellani provano a rimanere avanti coi canestri di Tasca e Groppi. Nel secondo la bomba di Stradiotto vale il 23-20 (13′), ma qui l’attacco dei padroni di casa si blocca: trascinati da Batich e Ban, gli ospiti piazzano un 20-5 di parziale nella seconda parte di frazione, e si presentano all’intervallo lungo sul 28-40.

Il Mamma Emma non molla, e dopo essere scivolato anche a -18 (32-50 al 24′) tenta un recupero che lo vede tornare sotto la doppia cifra di scarto in chiusura di terza frazione: 46-55. Nell’ultimo quarto però Trieste risponde sempre colpo su colpo, e non c’è più margine per tentare di riaprire la contesa.