Castelfranco sogna il colpaccio, ma la volata premia Caorle

SME Caorle – Mamma Emma Castelfranco 75-71

BVO CAORLE: Rubin 11 (4/7, 0/3), Zorzi 6 (2/2, 0/1), Dalovic 14 (2/6, 3/6), Bovolenta 7 (3/5, 0/2), Follin ne, Fantinato 13 (3/6, 2/5), Pauletto ne, Trevisan (0/3), Corbetta (0/1), Cresnar 13 (4/6, 1/1), Moruzzi 11 (4/6, 0/1). All. Ferraboschi.
AP CASTELFRANCO: Sorgente 22 (9/12, 1/3), Marino ne, Crespan 3 (1/3), Perocco ne, Cappelletto 8 (1/1, 2/4), Cimador 10 (5/11, 0/1), Groppi 4 (2/4, 0/3), D’Onofrio 4 (2/6, 0/3), Marini 7 (2/3, 0/3), Bordignon 13 (0/4, 4/11). All. Corazza.
ARBITRI: Pinna di Salgareda (TV) e Dian di Scorzè (VE).
PARZIALI: 23-11, 41-30, 60-58.
NOTE: Nessuno uscito per 5 falli. Tiri da due: Caorle 22/42, Castelfranco 22/44. Tiri da tre: Caorle 6/19, Castelfranco 7/28. Tiri liberi: Caorle 13/23, Castelfranco 6/10. Rimbalzi: Caorle 39, Castelfranco 42.

Sul campo di Annone Veneto il Mamma Emma va vicino al colpaccio contro lo SME Caorle, ma nel finale è costretto ad arrendersi in volata al termine di un incontro assai combattuto, come conferma il grande equilibrio in tutte le voci statistiche.

In avvio Cresnar firma i primi 8 punti dei veneziani, che provano già a scappare sul 12-4. Castelfranco fatica a rispondere, e all’8′ è già scivolata a -15 sul 23-8. Con Moruzzi Caorle tocca il massimo vantaggio al 14′ (31-13), e la gara sembra tutta in discesa per i padroni di casa. Invece due bombe di Cappelletto rianimano i rossoblù, capaci di dimezzare le distanze (D’Onofrio firma il 33-25 al 18′) e presentarsi all’intervallo ancora pienamente in partita.

La terza frazione del Mamma Emma è da applausi. Uno scatenato Sorgente (12 punti solo nel terzo quarto) riporta sotto i suoi, che con tre bombe in 4′ del rientrante Bordignon si portano addirittura in vantaggio (56-58 al 28′).

Castelfranco ci crede, e a 6′ dalla fine con Groppi è ancora avanti (64-66). La tripla di Dalovic del controsorpasso apre però un 8-0 che fa malissimo (72-66 al 37′). Ancora Sorgente ritrova il -3 a un minuto e mezzo dalla fine (73-70), ma sono i liberi di Moruzzi a sigillare la vittoria dei padroni di casa, perché nel finale i tentativi di rimonta non vanno a buon fine.